Aprile 2022: Dismissione della rete 3G TIM

Per accelerare il processo di innovazione e sviluppo tecnologico della propria rete mobile, TIM da aprile 2022 avvierà la progressiva dismissione della rete 3G a livello nazionale. Lo scopo è di offrire ai propri clienti servizi di qualità sempre più elevata sfruttando le più performanti reti 4G e 5G.

Sapevi che TIM è l’operatore con la migliore copertura mobile e la rete 5G più veloce d’Europa?

Il progressivo spegnimento della rete 3G consentirà a TIM di continuare a investire in innovazione tecnologica, per garantire un’esperienza d’uso sempre più coinvolgente e immersiva. Come per esempio nella fruizione di video in streaming nelle offerte che uniscono i contenuti di TIMVISION con quelli di DAZN, Infinity+, Disney+ e Netflix.

Chi deve preoccuparsi dello spegnimento della rete 3G?

La dismissione della rete 3G è un cambiamento che avrà effetto solo su una piccola parte di utenti, i quali saranno avvisati da TIM attraverso SMS per potersi organizzare con anticipo. I casi presi in considerazione da TIM nella sua comunicazione ufficiale sono tre: 

  1. I clienti che possiedono dispositivi con connettività 3G;
  2. I possessori di smartphone 4G di prima generazione, che ancora non supportano il servizio Voce su rete (VoLTE) 4G;
  3. I clienti con una scheda SIM con capacità inferiore a 128k, che supporta solo i servizi di rete mobile fino al 3G.

Clienti con connettività 3G

I clienti TIM che possiedono dispositivi con connettività 3G potranno comunque continuare a ricevere ed effettuare chiamate, così come a ricevere e inviare SMS, utilizzando la rete 2G. Ma per continuare a navigare su Internet, TIM consiglia di valutarne la sostituzione con uno smartphone compatibile con le nuove tecnologie di rete.

Nei centri TIM è possibile trovare diversi dispositivi a partire da 60 euro, per garantire un upgrade accessibile anche a chi si trova in condizioni di ristrettezze economiche. Per i clienti TIM Business che desiderano approfittare dell’occasione per comprare un nuovo smartphone, TIM offre ulteriori opzioni, tra cui dispositivi dotati di connettività 5G.

Clienti con dispositivi 4G di prima generazione

I clienti TIM che possiedono un dispositivo 4G che però non supporta il VoLTE continueranno a navigare su Internet come sempre, ma anche loro per telefonare e mandare messaggi saranno dirottati sulla rete 2G e non più su quella 3G. Non ci sarà ovviamente nessuna modifica, invece, per tutti i possessori di smartphone 4G VoLTE e 5G con SIM maggiori o uguali a 128k.

Il cliente può verificare la compatibilità del proprio terminale col servizio VoLTE (voce su rete 4G o 5G) effettuando una chiamata e controllando che l’icona della tecnologia continui a mostrare il simbolo 4G o 5G.

Clienti con SIM con capacità inferiore a 128k

I clienti con una scheda SIM con una capacità inferiore a 128k saranno invece invitati tramite un SMS a recarsi presso un centro TIM per richiederne la sostituzione senza perdere il proprio numero. 

Per maggiori chiarimenti e informazioni puoi contattare il 119

Condividi l'articolo

consulenza tim business

RICHIEDI INFORMAZIONI

Inserendo i miei dati personali/numero di telefono, autorizzo a contattarmi per ricevere assistenza e informazioni sulle offerte TIM. Dichiaro di aver preso visione dell’informativa privacy, di essere l’intestatario del numero fornito e di essere a conoscenza delle sanzioni previste dalla vigente normativa in caso di rilascio di dichiarazioni mendaci.

glik logo

Partner Commerciale TIM Business 

© GLIK Srl 04197080288 

Informazioni Utili